Lecce è una città che visito sempre con piacere, passeggiare per il centro storico, sedermi al sole in un bar a bere un aperitivo, o fa colazione con un cappuccino e un pasticciotto. E’ una città che trovo rilassante e gradevole.

A spasso per lecce

Il punto di partenza di una visita leccese è sicuramente Piazza Sant’Oronzo, un’ampio spazio sempre animato di gente e manifestazioni. Non è uno dei miei posti preferiti a Lecce, perchè non amo i palazzi moderni che sono stati costruiti intorno alla piazza. Nonostante questo va sicuramente visitata per apprezzare la statua di Sant’Oronzo (patrono della città, attualmente la statua è in restauro) e l’anfiteatro romano nella parte meridionale della piazza. Non capita certo tutti i giorni di trovare un anfiteatro in una piazza.

Lecce, Piazza sant'oronzo

Piazza Sant’Oronzo

Piazza Sant’Oronzo, Anfiteatro

Altro punto interessante della piazza è Il Sedile, ex palazzo comunale, affiancato dalla piccolissima chiesa di San Marco sulla quale campeggia un leone veneziano.

Chiesa di San Marco

I miei luoghi preferiti di lecce

La mia chiesa preferita (se così si può dire) è la chiesa di Sant’Irene, patrona della città di Lecce fino al 1656, con i suoi favolosi altari barocchi. Le colonne sono cosi raffinatamente scolpite da sembrare  ricamate.

Il complesso del Duomo si presenta maestoso a poche centinaia di metri da Piazza Sant’Oronzo. Sia di notte che di giorno, questa ampia piazza lascia senza respiro. Sulla piazza affaccia il duomo di Santa Maria Assunta, il Campanile, l’Episcopio e il Palazzo del Seminario.

Altra tappa imperdibile è la Basilica di Santa Croce (la facciata è in ristrutturazione) con i suoi sedici altari barocchi. Accanto alla chiesa il Palazzo della Provincia: se è aperto potete passarci all’interno, ammirandone la bellezza, e sbucare dal lato opposto nei Giardini pubblici Giuseppe Garibaldi.

Il centro storico di Lecce è accessibile attraverso 3 porte: Porta Rudiae, Porta San Biagio e Porta Napoli. Sotto potete ammirare una foto della Porta San Biagio, che risale al 1774 come si legge nell’iscrizione. Si tratta di una porta dedicata appunto al vescovo, poi divenuto San Biagio.

tesori ‘nascosti’ di lecce

Vi consiglio di passeggiare anche tra i vicoletti a sud di piazza San’Oronzo. Qui potrete verdere la chiesa di Santa Chiara e la particolare chiesa di San Matteo con la sua facciata barocca concava.

L’ultimo weekend di maggio, a Lecce si svolge la manifestazione di Cortili aperti che vi permetterà di visitare alcuni dei cortili degli antichi palazzi leccesi. Se siete li in altri giorni e volete un’anteprima, potete affacciarvi nel cortile del Palazzo Rodio.

dove alloggiare a lecce

Nel centro storico di Lecce ci sono tantissimi B&B molto graziosi.

Tra questi vi consiglio Sui Tetti Luxury Rooms che offre una deliziosa colazione a buffet sul terrazzo con vista sul centro storico.

Molto gradevole anche il nostro soggiorno da Tracce di Salento appena fuori dalla porta di San Biagio. A colazione potrete gustare degli ottimi pasticciotti!

Ambedue le strutture possono essere prenotate su booking.com.

Come arrivare a lecce

In treno: La stazione dei ferroviaria si trova appena fuori dal centro storico. Treni diretti raggiungono anche Roma e Milano.

In bus. Flixbus raggiunge Lecce dalle maggiori città italiane. La fermata del bus si trova a nord del centro storico, lato porta Rudiae.

In aereo. L’aeroporto più vicino è quello di Brindisi. Per raggiungere Lecce si può utilizzare il bus Elios (tariffe e orari qui), oppure raggiungere il centro di Brindisi col bus urbano e poi prendere il treno.

In auto: Il centro storico è zona a traffico limitato. Fuori dal centro ci sono stalli a pagamento oppure parcheggi privati (parcheggio di porta Rudiae). La domenica la sosta negli stalli a pagamento è gratuita.