Il nostro viaggio estivo inizia in Slovenia e prosegue in Croazia, per la precisione in Istria. Dopo aver visitato Lubiana ed il lago di Bled, ci spostiamo sulla costa a Portorose prima di attraversare il confine croato.

…e dopo una notte insonne

Questo viaggio è stato uno dei nostri viaggi più disorganizzati, nonché pieno di imprevisti. Eravamo partiti con l’idea di prenotare tutto strada facendo. Purtroppo, essendo agosto, ci siamo resi conto che non è stata una grandissima idea…

Reduci di una notte insonne a Portorose in un ostello (in realtà una ‘casa dello studente’ adattata per il periodo estivo) noleggiamo un auto (impresa quasi impossibile in pieno agosto) e fuggiamo da questo alloggio caldo e pieno di zanzare.

Passiamo il confine, entriamo in Istria e raggiungiamo Pula, la nostra prima tappa della giornata.

Pula, Istria @posh_backpackers
Pula, Istria @posh_backpackers

Peccato davvero per il parcheggio davanti all’anfiteatro – ovviamente a guardarlo sembra davvero il più noto Colosseo.

Visitiamo il tempio di Augusto e il fortino in cima alla città, prima di fermarci per un bel ice coffee croato.

Istria da Pula a Rovinij

Risaliamo in auto e proseguiamo verso la seconda tappa della giornata: Rovinij. Mentre guidiamo ad un tratto vediamo una costruzione famigliare: “ma è un trullo!!”
Si tratta di un ‘cazun‘ – l’equivalente croato del trullo….ma chi l’avrebbe mai detto! Non ero a conoscenza che in questa zona del mondo ci fossero strutture di questa tipologia-
Soddisfatti della ‘scoperta’ ci fermiamo per fare qualche foto.

cazun Istria - @posh_backpackers
Cazun Istria – @posh_backpackers
Cazun Istria – @posh_backpackers

Raggiungiamo Rovigno (Rovinij) e, data la temperatura optiamo per un bel bel bagno a mare!

Il centro storico di Rovigno è delizioso e ci fermiamo per una cena di pesce.