Sono stata indecisa se parlarvi di ravioli cinesi o il pad thai, ma alla fine ho deciso di concludere il giro del mondo in 5 piatti in Italia.

Le precedenti tappe sono state:

  1. Giappone
  2. Grecia
  3. Francia
  4. USA

Tappa 5: Italia – Il giro del mondo in 5 piatti

Una delle mie più grandi conquiste di questo periodo trascorso in quarantena è stato quella di imparare a cucinare la focaccia barese.

La ricetta utilizzata è quella di Sara Papa ed è in realtà molto semplice perché non prevede lunghe lavorazioni o passaggi difficoltosi.

Gli ingredienti necessari sono:

  • 250g di farina di semola rimacinata
  • 250g di farina di grano tenero (ho provato anche a sostituirla con la farina integrale ed è venuta buonissima)
  • 350 ml di acqua (l’ho utilizzata leggermente tiepida)
  • 150g di patate lesse schiacciate
  • 10g di lievito di birra fresco
  • un cucchiaino di miele
  • pomodorini pachino
  • origano
  • olive leccine o nere
  • olio d’oliva
  • 2 cucchiaini di sale

Mischiare insieme le farine.

Sciogliere lievito e miele nell’acqua tiepida ed unire alle farine; lavorare l’impasto con le mani e poi aggiungere il sale.

Dividere l’impasto in 2 parti ed inserire ciascuna parte in una teglia da forno, precedentemente cosparsa con olio. Far lievitare coperto da un canovaccio per 3 o 4 ore.

Una volta terminata la lievitazione, cospargere le mani di abbondante olio e capovolgere l’impasto nella teglia. Stenderlo per bene le mani e condire con pomodorini tagliati a metà, origano e olive.

Focaccia barese @poshbackpackers
Focaccia barese ph. @poshbackpackers

Infornare a 220 gradi per 20 minuti….e buon appetito 🙂

Focaccia barese @poshbackpackers
Focaccia barese ph. @poshbackpackers
Focaccia barese @poshbackpackers
Focaccia barese ph. @poshbackpackers

La mia amata Puglia

Sono contenta di aver deciso di concludere il mio tour culinario della quarantena con una tappa nella mia stupenda Puglia.

Ne approfitto per riproporvi qualche tappa a mio avviso imperdibile della mia regione a partire da Locorotondo e Cisternino, in Valle D’Itria.

Cisternino ph. @poshbackpackers
Cisternino ph. @poshbackpackers

Leggi anche:

Lecce, il capoluogo del Salento:

Ed infine il Gargano… in questi giorni sogno di tornare presto a pranzare sul mare al Trabucco da Mimì

0 0 vote
Article Rating