E chi lo dice che in Sicilia si può andare solo in estate? Posso assicurarvi che andare in Sicilia in inverno è stata davvero un’idea splendida e ci siamo goduti questa meravigliosa regione senza i turisti estivi.

Giorno 1 – Sicilia in Inverno – Noto

Da programma avremmo dovuto raggiungere Noto già per l’ora di pranzo, ma a volte gli imprevisti si mettono di mezzo e ci troviamo con una gomma a terra.

Partenza rimandata, ma traghettiamo da Villa San Giovanni nel primo pomeriggio e raggiungiamo Noto, dopo una breve sosta arancino e cannolo a Messina, nel tardo pomeriggio. Piove e c’è una temperatura gelida, inusuale per la Sicilia a dicembre ci dicono.

Una passeggiata per il centro e una cena favolosa con pasta alla norma ed è ora di riposarci.

Giorno 2 – Noto, Marzamemi, Scicli, Ragusa

Dopo aver consumato una delle colazioni più buone mai gustate, si parte con l’esplorazione della città di Noto: Duomo, Chiesa di San Carlo, Chiesa di Santa Chiara e le sue terrazze.

Duomo di Noto Sicilia in inverno
Duomo di Noto @posh_backpackers

Salutiamo Noto e ci spingiamo verso la costa. La nostra destinazione è Marzamemi: un luogo che abbiamo visto tante volte sui social network e che sognavamo di visitare. Non restiamo affatto delusi dalla stupenda e tanto famosa piazzetta.

Marzamemi Sicilia in inverno
Marzamemi @posh_backpackers

Scocca l’ora dell’arancino e noi raggiungiamo Scicli per una passeggiata tra i luoghi del Commissario Montalbano e i splendidi palazzi barocchi.

Il commissariato di Montalbano  - sicilia in inverno
Il commissariato di Montalbano @posh_backpackers

Tempo di fare il check-in al nostro b&b a Ragusa ed è il momento di prepararci per scendere a Ragusa Ibla per la nostra cena di capodanno. Scendiamo dalla parte alta di Ragusa e dalle scale il paese sembra un presepe.

Vista su Ragusa Ibla - sicilia in inverno
Vista su Ragusa Ibla @posh_backpackers

Festeggiamo la mezzanotte in piazza e poi subito a letto.

Giorno 3 – Modica, Punta Secca, Ragusa

Ci svegliamo con il freddo, ma con il sole. E’ questo che mi aspetto in Sicilia in inverno 🙂

La prima tappa della giornata è Modica di cui visitiamo la parte bassa e la parte alta ed ovviamente facciamo scorta della famosa cioccolata di Modica.

Modica, duomo città alta - sicilia in inverno
Modica, duomo città alta @posh_backpackers

Il sole splende e il mare ci chiama. Ci spostiamo a Punta Secca per un pranzetto veloce e per vedere la casa di Montalbano.

Ultima tappa della giornata Ragusa Ibla, il duomo ed il suo stupendo parco cittadino.

Giorno 4 – Caltagirone, Piazza Armerina

Stamattina ci spostiamo a Caltagirone, paese famoso per le sue ceramiche.

Caltagirone
Caltagirone @posh_backpackers

Molto interessante anche la visita alle prigioni borboniche.

E dopo un bel panino e il consueto cannolo, raggiungiamo Piazza Armerina, in provincia di Enna. Questo carinissimo paese ci regala un tramonto stupendo (oltre ad una strepitosa Pasta alla Norma).

Tramonto da Piazza Armerina
Tramonto da Piazza Armerina @posh_backpackers

Giorno 5 – Piazza Armerina, Taormina

Ultimo giorno nella Sicilia in versione inverno. Devo ammettere che ci sarei rimasta volentieri qualche altro giorno.

Penultima tappa sicula la Villa romana del Casale a pochi chilometri da Piazza Armerina. Sappiate che ci sono 3500 mq di mosaici, uno più sbalorditivo dell’altro.

Villa romana del Casale
Villa romana del Casale @posh_backpackers

Nel rientro verso Messina e l’imbarco dei traghetti, ci fermiamo per un’ultimissima tappa arancino a Taormina.

Taormina
Taormina @posh_backpackers

Che te ne fai di un autogrill quando ti puoi fermare a Taormina? 🙂

Ah, dimenticavo, non era proprio l’ultima tappa… perché poi dopo l’arancino ci stava un cannolo a Messina.

cannolo a Messina
cannolo a Messina @posh_backpackers

Ciao Sicilia 🙂 Ci rivedremo presto spero!

Traghetto
Traghetto @posh_backpackers

Potrebbero interessarti anche:

0 0 vote
Article Rating