Oggi vi racconto del nostro viaggio balcanico tra Macedonia del Nord e Grecia. Dodici giorni tra città, spiagge, monasteri e canyon.

Giorno 1 – Skopje

Si parte da Brindisi con scalo a Malpensa. Atterriamo a Skopje e prendiamo al volo il bus per il centro. Già i primi passi in questa città mi fanno rendere conto che supererà di gran lunga le mie aspettative.

Skopje Macedonia del Nord @posh_backpackers
Skopje @posh_backpackers

La serata trascorre a spasso tra piazza Macedonia e l’antico bazar dove ceniamo.

Leggi di più su Skopje->qui

Giorno 2 – Skopje

La giornata inizia con il consueto free walking tour che ci porta a scoprire i segreti dell’old bazar e della parte moderna della città.

Piazza Macedonia @posh_backpackers
Piazza Macedonia @posh_backpackers

La guida ci racconta dell’indipendenza della Macedonia del Nord e di Madre Teresa, originaria di Skopje.

Dopo una pausa burek, accompagnato da yogurt, nel old bazar, la giornata prosegue prendendo il bus 25 che ci porta alla funicolare per raggiungere il Millenium Cross.

Burek @posh_backpackers
Burek @posh_backpackers
 Millenium cross @posh_backpackers
Millenium cross @posh_backpackers

Gli autobus partono in orari completamente randomici e tra andata e ritorno impieghiamo tutto il pomeriggio.

 Millenium cross @posh_backpackers
Millenium cross @posh_backpackers

La sera ovviamente si torna a cenare nel suggestivo old bazar.

Giorno 3 – Matka Canyon e Skopje

Dalla stazione centrale prendiamo il bus 60 per Matka Canyon, dove trascorriamo l’intera giornata tra trekking, uscite in kayak e freddi bagni nell’acqua del canyon.

 Matka Canyon @posh_backpaskers
Matka Canyon @posh_backpaskers

Il racconto completo potete trovalo qui ->Matka canyon

Ultima serata ed ultima cena nel old bazar a base di carne – mangiamo in 3 spendendo circa 15 euro (in totale, non a testa).

Old bazar Skopje @posh_backpackers
Old bazar Skopje @posh_backpackers

Giorno 4 – da Skopje a Ohrid

Raggiungiamo a piedi la stazione dei bus di Skopje e in circa 2 ore e mezza siamo a Ohrid, affacciato sull’omonimo lago. Prendiamo un taxi per il centro ed arriviamo al nostro alloggio.

Lago di Ohrid @posh_backpackers
Lago di Ohrid @posh_backpackers

Il pomeriggio trascorre tra un giro nel centro storico, una visita alla chiesa di San Giovanni ed un bagno nel lago con le sue acque limpidissime.

Chiesa di San Giovanni @posh_backpackers 
Macedonia del Nord
Chiesa di San Giovanni @posh_backpackers

Giorno 5 – Ohrid

Svegli di buonora, ripartiamo all’esplorazione di Ohrid e visitiamo la chiesa di Holy Mary Perybleptos.

Holy Mary Perybleptos @posh_backpackers
Macedonia del Nord
Holy Mary Perybleptos @posh_backpackers

Spendendo 20 euro a testa partecipiamo ad un tour in barca sul lago che ci porta alla Bay of Bones, alla chiesa di Santo Zaum ed al monastero di Santo Naum con le sue acque ‘miracolose’.

 Vicino al monastero di Saint Naum@posh_backpackers 
Macedonia del Nord
Vicino al monastero di Saint Naum@posh_backpackers

Trascorriamo la pausa pranzo in una spiaggetta deliziosa e facciamo nuovamente il bagno nel lago.

Giorno 6 – da Ohrid a Salonicco (Grecia), alle Meteore

Giornata di spostamenti. Salutiamo la Macedonia del Nord e ci spostiamo alla volta della Grecia. Abbiamo prenotato un transfer per attraversare il confine e raggiungere Florina (in Grecia). Di li prendiamo il bus per Salonicco e poi la nostra auto a noleggio per raggiungere Kalambaka ai piedi delle Meteore.

Tramonto sulle Meteore  @posh_backpackers
Tramonto sulle Meteore @posh_backpackers

Giusto in tempo per goderci il tramonto e gustare una cena greca.

Giorno 7 – Meteore

La giornata è dedicata alla visita delle meteore e ve ne parlo qui:

A fine giornata salutiamo questa località e la nostra compagna di viaggi, Manu, che passerà la notte qui per ripartire per ripartire l’indomani per Atene.

Meteore, Grecia @posh_backpackers
Ciao Manu!! @posh_backpackers

Raggiungiamo Edessa, dove alloggiamo nello splendido hotel Varosi 4 Seasons.

Giorno 8 – Vergina

Alloggiare ad Edessa è stato strategico per raggiungere il sito di Vergina, che custodisce uno dei tesori più grandi della Grecia: la tomba di Filippo il Macedone, padre di Alessandro Magno.

Si proprio lui, Alessandro, filo conduttore finora del nostro viaggio tra Grecia e Macedonia del Nord. Personaggio tanto conteso tra le 2 nazioni.

Non è possibile scattare foto a Vergina, quindi dovrete cercare le immagini su google, ma il museo (che è stato costruito intorno alle tombe per iglobarle) mostra tra le altre cose lo stupendo tesoro.

Dopo pranzo si riparte in auto verso la Penisola Calcidica: alloggiamo a Neas Marmas (secondo dito della penisola). Tempo di un primo tuffo in mare e la giornata è terminata.

Giorno 9 – Penisola Calcidica

Inizia la parte relax della vacanza. Da questo momento alla fine ci spiaggiamo e ci godiamo queste spiagge semivuote. E’ ferragosto e possiamo vantarci inviando foto di quanto siano deserte le spiagge.

Spiaggia di Toroni @posh_backpackers
Spiaggia di Toroni @posh_backpackers

Facciamo un pigro pranzo nella taverna in spiaggia e ci godiamo il relax.

Giorno 10 – Penisola Calcidica

Siamo in modalità relax…dopo aver esplorato qualche spiaggetta torniamo a quella del giorno prima. Toroni beach che abbiamo trovato rilassante ed accogliente.

Spiaggia di Toroni @posh_backpackers
Spiaggia di Toroni @posh_backpackers

Pranziamo nuovamente alla taverna e passiamo la giornata in relax come ieri.

Giorno 11 – Penisola Calcidica e Salonicco

E’ il giorno di ferragosto. Sarebbe bellissimo metterci di nuovo stesi sulla spiaggia di Toroni a poltrire…e invece decidiamo di visitare l’altro lato del secondo dito prima di raggiungere Salonicco nel pomeriggio.

La nostra meta balneare è Portokali che si rivela essere ben più affollata di Toroni. Il mare è molto bello, ma ci fermiamo poche ore.

Portokali @posh_backpackers
Portokali @posh_backpackers

Riprendiamo l’auto e ci fermiamo strada facendo in un paesino di mare per un ultimo pranzo in taverna con i piedi nel mare.

torre bianca, Salonicco @ posh_backpackers

Nel pomeriggio raggiungiamo Salonicco, che abbiamo già visitato in passato. Passeggiamo per il centro e visitiamo le chiese più belle e saliamo sulla torre bianca.

Giorno 12 – Salonicco, Atene… casa

Non lo nego, sarei rimasta ancora volentieri a godermi la quiete delle spiagge greche.

Psirri, Atene @posh_backpackers
Psirri, Atene @posh_backpackers

E invece si parte all’alba: treno da Salonicco ad Atene, poi tempo di un pranzetto greco e di una passeggiata a Psirri e siamo già in aeroporto.

La Macedonia mi è piaciuta davvero tanto e la Grecia… beh per la Grecia ho un posto speciale nel cuore.