Premetto che Siviglia meriterebbe ben più di 2 giorni, ma d’altronde ci dobbiamo accontentare di quello che abbiamo a disposizione.

Per cui eccoci di corsa, al solito, in una delle città più belle della Spagna. Forse addirittura la mia preferita tra quelle visitate.

Il nostro itinerario potete trovarlo qui:

Itinerario 3 giorni – Siviglia e l’Alhambra

Conoscere la città

Il primo giorno a Siviglia, subito dopo colazione inizia la nostra esplorazione della città. Raggiungiamo il nostro free walking tour Feel the city che parte dalla Porta Jerez. La nostra guida, Raul, ci parla del ‘triangolo del potere’, la piazza che si trova tra la Cattedrale, l’Alcazar e la vecchia camera di commercio.

Il tour ci porta ad ammirare la torre dell’oro sulla sponda del fiume e la torre d’argento poco distante. Passiamo attraverso l’università, vecchia sede della fabbrica di tabacchi. La visita si conclude al Parc Maria Luisa proprio davanti alla meravigliosa Plaza de Espana.

Su consiglio di Raul andiamo a mangiare le tapas da Morales frequentato soprattutto da gente del posto. Non è semplicissimo ordinare, perchè si sta in piedi appoggiati su dei tavoli alti, ma per noi va benissimo.

Dopo pranzo ci rechiamo alla Cattedrale (costo del biglietto 9 euro) per visitare la cattedrale, la magnifica cappella reale e la tomba di Cristoforo Colombo. Il biglietto comprende anche la salita sul campanile e dal quale ammiriamo la favolosa vista. Sopra di noi gira la statua della Giralda.

La salita sulla cattedrale è molto particolare. Si sale infatti attraverso una lunga rampa e non utilizzando delle scale: questa particolarità dipende dal fatto che un tempo la cattedrale era una moschea e l’anziano muezzin doveva raggiungere la cima più volte al giorno per la preghiera. Si avvaleva quindi di un mulo.

Un pò di meritato relax: l’Hammam

Nel pomeriggio abbiamo prenotato l’Hammam Aire, due ore a mollo nelle vasche a rilassarci ed un breve massaggio.

L’hammam è molto carino, anche se per il prezzo pagato mi sarei aspettata meno gente. Il costo del percorso nel weekend è di 39 euro a testa, 36 euro dal lunedi al venerdi. Il massaggio ci costa 10 euro a testa.

Non ho foto perchè nell’hamman non è possibile farle. I dettagli li trovate qui.

L’Alcazar di Siviglia

Non abbiamo acquistato il biglietto dell’Alcazar in anticipo, per cui all’orario di apertura siamo già in fila ed in pochi minuti riusciamo ad accedere. Il costo del biglietto è di 11,50 euro. Prendiamo anche un’audioguida, fatta molto bene.

Siamo travolti dalla meraviglia dei giardini, dei giochi d’acqua e dalle raffinate lavorazioni arabeggianti.

Anche i giardini del palazzo sono magnifici, pieni di fontane e pavoni e comprendono un piccolo labirinto nel quale ci siamo ovviamente persi.

E se avete ancora tempo a disposizione?

Se vi va di misurare la grandezza del centro storico di Siviglia, basta raggiungere a piedi la deliziosa chiesa della Madonna della Macarena. Così facendo potrete passeggiare per almeno mezz’ora nelle viuzze del centro storico, piene di angolini deliziosi.

E se dopo tutto questo vi è venuta fame, camminate un’altra mezz’oretta ed attraversate il fiume per raggiungete il quartiere di Traiana dove potrete mangiare una deliziosa frittura di pesce.

La vista dal ponte di Traiana verso la cattedrale è davvero meravigliosa.

0 0 vote
Article Rating