Verona, la città degli innamorati…(o era Parigi quella?)

Migliaia di coppiette in fila per scrivere i propri nomi su carta, su un lucchetto o perfino su una gomma da masticare (ovviamente masticata) da incollare nel cortile della casa di Giulietta a Verona…

Ho scritto ti amo....su una gomma masticata

Sarò superficiale, ma a me sembra ben più romantico dividersi una bottiglia di vino Veneto. Magari accompagnata da polenta col lardo e grissini col prosciutto crudo . Sinceramente tutto questo alone di romanticismo intorno a 2 che sono morti per amore non lo sento….
Imperdibile l’Amarone – costoso quanto buono. (http://it.wikipedia.org/wiki/Amarone_della_Valpolicella)
IMG_9442
E mentre sei al gradino 300 dei più di 350 della Torre dei Lamberti ti ritrovi davanti Razzi (si proprio lui, quello dell’imitazione di Crozza) con delegazione Nord Coreana al seguito capisci che questa non è solo una città bellissima, ma anche davvero sorprendete.
IMG_9420

Note utili:
Verona Card – Si, assolutamente con 20 euro puoi visitare tutto il visitabile in 72 ore ed usufruire dei trasporti (per quanto sia poco necessario a Verona)
Tomba di Giulietta – assolutamente NO! Oltre ad una schiera di ragazzini Moccia-inspired non c’è davvero nulla da vedere, se non una tomba di pietra aperta, vuota. Anche se è compresa nella Verona Card, non vale la passeggiata.