In questi giorni si parla tanto di turismo domestico: quale miglior occasione quindi per parlarvi di un itinerario in Puglia nella Valle d’Itria.

Come forse sapete, nonostante le mie origini inglesi, sono cresciuta e vivo tutt’ora in questa bellissima zona della Puglia. Quindi se state pensando di organizzare un viaggio in questa zona di seguito troverete i miei spunti.

Ufficialmente la Valle d’Itria è la vallata compresa tra i 3 comuni di Cisternino, Locorotondo e Martina Franca, ma spesso si parla di Valle d’Itria comprendendo anche ai paesi limitrofi come Ostuni, Ceglie Messapica ed Alberobello.

Itinerario in Puglia – prima tappa: Cisternino

Prima tappa dell’itinerario non poteva che essere la mia amata Cisternino. Passeggiare tra i vicoli imbiancati di questo paese è una delle cose che amo di più e che mi rilassa… e pensare che da ragazzina non volevo che scappare da questo posto così tranquillo.

 itinerario in Puglia Valle d'Itria, Cisternino
Io che a Cisternino fingo di abitare in questa casa ph. @poshbackpackers

Tra le attività che vi consiglio, oltre alla visita del centro storico, sedetevi a bere un caffè in piazza o sorseggiare un aperitivo e guardate la vita che scorre lenta in questo paese.

Fermatevi anche nei negozietti dentro e fuori dal centro storico per comprare e degustare i prodotti tipici: taralli, pane, mozzarelle, salumi e formaggi freschi…

 itinerario in Puglia Valle d'Itria
Il centro storico di Cisternino ph. @poshbackpackers

Dove mangiare a Cisternino:

Vi rimando al mio articolo su Cisternino per indicazioni su come raggiungerla, cosa vedere, dove mangiare e cosa comprare.

Itinerario in Puglia – seconda tappa: Locorotondo

A circa 10km da Cisternino, il piccolo borgo di Locorotondo si affaccia anch’esso sulla Valle d’Itria.

Anche qui troverete le tipiche strade imbiancate ed un graziosissimo centro storico.

Locorotondo
Locorotondo ph. @poshbackpackers

Dal ‘lungomare’, la strada panoramica che circonda il centro storico, potrete godere di una meravigliosa vista sulla valle d’Itria, costellata di trulli, viti e ulivi.

itinerario in Puglia Valle d'Itria
Vista sulla valle d’Itria ph. @poshbackpackers

Dove mangiare a Locorotondo:

Vi rimando al mio articolo su Locorotondo per indicazioni su come raggiungerla, cosa vedere e dove mangiare.

Itinerario in Puglia – terza tappa: Martina Franca

Proseguo l’itinerario in Puglia suggerendovi da Locorotondo di raggiungere Martina Franca, il terzo paese che affaccia si affaccia sulla Valle d’Itria.

Chiesa di San Martino, Martina Franca
Chiesa di San Martino ph. @poshbackpackers

Il centro storico di Martina Franca si differenzia da quello dei paesi limitrofi per l’architettura con dettagli in stile barocco. I balconi delle case presenti nelle viuzze del centro storico sono riccamente decorati con pietra lavorata , così come la chiesa principale (la chiesa di San Martino).

Dove mangiare a Martina Franca:

  • Terra Terra – nel centro storico di Martina Franca, questo ristorantino offre degustazioni di piatti tipici e a km zero. Provate soprattutto gli antipasti!
  • Birreria Fratelli di Pinta – all’interno del centro storico, di fronte al palazzo ducale. Offre ottime birre artigianali, anche locali e stuzzichini.

Itinerario in Puglia – quarta tappa: Ostuni

Da Martina Franca in circa 15 minuti di auto raggiungiamo Ostuni, la Città Bianca.

Partendo da piazza Sant’Oronzo, si raggiunge con una piacevole camminata in salita, la cattedrale. Lungo la salita potrete acquistare qualche souvenir nei tanti negozi oppure imboccare qualche stradina laterale e perdervi tra le bianche viuzze del centro.

Ostuni, itinerario in Puglia Valle d’Itria– ph. @poshbackpackers
Ostuni, itinerario in Puglia Valle d'Itria- ph. @poshbackpackers
Ostuni, itinerario in Puglia Valle d’Itria– ph. @poshbackpackers

Raggiungete la terrazza in corrispondenza della Porta del Salento per godere di una bella vista sul mare e sugli uliveti che circondano il paese.

Ostuni, porta del Salento
Ostuni, porta del Salento– ph. @poshbackpackers

Ostuni si trova a pochi passi dal mare: alcune delle sue località più belle per fare il bagno sono il Pilone (calette di sabbia) e Costa Merlata (scogliosa – particolarmente bella Torre Pozzelle).

La marina di Ostuni, il Pilone
La marina di Ostuni, il Pilone

Dove mangiare ad Ostuni:

  • Trattoria Fave e Fogghje – piatti locali tipici (orecchiette, polpette e piatti di carne) serviti all’interno o in un piccolo giardino allestito con mobili di recupero.
  • Sho-Ann – un piccolissimo ristorante giapponese. Lo chef (giapponese) preparerà davanti a voi piatti di pesce crudo. Il prezzo non è bassissimo, ma secondo me vale la spesa. Prenotazione obbligatoria.
  • Ciccio in piazza – per me il gelato migliore di Ostuni. Forse anche grazie al fatto che si può chiedere di passare il cono sotto la fontana di cioccolata (fondente o al latte) prima di metterci il gelato 🙂 Si trova in piazza Sant’Oronzo.

A breve vi parlerò in un altro articolo anche degli altri paesi della zona, proseguendo l’itinerario anche nella zona della costa.

0 0 vote
Article Rating