giorno 1

Eccomi qui a raccontare un viaggetto improvvisato, un weekend a fine aprile nella zona del Gargano. Gli alloggi li abbiamo prenotati la mattina stessa con l’app di booking.com dal cellulare.

Raggiungiamo Mattinata nel tardo pomeriggio ed alloggiamo al delizioso B&B Casa Matino nel  centro storico, a pochi passi dalla via principale.

Mattinata weekend sul gargano

-Mattinata, Gargano-

Il paese è molto grazioso e sotto il nostro alloggio parecchio animato la sera.

Passeggiamo per il tranquillo centro storico e per corso Matino che di sera è pedonalizzato. Ci fermiamo per una pizza e, grazie al consiglio di un’amica, al Bar Serfino per un buon gelato.

giorno 2

La mattina, dopo una bella colazione, raggiungiamo la meravigliosa spiaggia di Vignanotica per iniziare al meglio il nostro weekend sul Gargano.
Siamo praticamente soli in questo meraviglioso luogo, incastonato tra le alte scogliere bianche: un sogno!

Spiaggia di Vignanotica, Gargano

-Spiaggia di Vignanotica, Gargano-

Nonostante sia il 29 aprile il beltempo ci permette anche di fare il bagno e stare in costume.

Verso le 12 salutiamo la spiaggia e ci avviamo per raggiungere Vieste.
Io però ho desiderio di mangiare in un trabucco, un’esperienza nuova. Telefoniamo al Trabucco da Mimì, vicino Peschici, per sapere se per caso hanno posto per pranzo. Ci dicono di si, ma che dobbiamo essere li prima delle 14 perchè poi chiuderà la cucina.

In una corsa contro il tempo ci fermiamo al volo a Vieste per un velocissimo giro nel meraviglioso centro storico. Non riusciamo ovviamente a dedicare abbastanza tempo, ma torneremo sicuramente perchè quello che abbiamo visto ci è piaciuto molto!

Viestre weekend sul gargano

-Vieste, Gargano-

Raggiungiamo il Trabucco da Mimì alle 14 in punto. Il posto è meraviglioso, e anche il pranzo è davvero ottimo. Una scelta perfetta davvero.

-Trabucco da Mimì, Gargano-

Sazi e felici, dopo aver scattato un centinaio di foto al trabucco, raggiungiamo a piedi la vicina spiaggia per fare un bagnetto digestivo.

Questa sera alloggiamo a Perchici al Hotel da Celestina. Un piccolo hotel un pò datato nell’arredo, ma centralissimo e con una favolosa colazione con marmellate fatte in casa dalla signora Celestina.
La serata la trascorriamo a passeggio per il centro storico. Ci fermiamo per un gelato da La Pètite Gelateria Artigianale Biologica – il proprierario ci illustra meticolosamente i pochi ottimi gusti che propone e la sua filosofia. Il gelato cosi decantato è in effetti favoloso!

giorno 3

Al risveglio il tempo è un pò nuvoloso. Siamo già stati parecchio fortunati ieri, ma decidiamo di tentare la fortuna raggiungendo la spiaggia della Zaiana. Visitiamo il trabucco ristorante a pochi passi dalla spiaggia – molto carini i gestori che ci consentono di fare un giro e foto anche se non ci fermeremo a pranzo.
Le nuvole non ci bloccano dal fare un bagnetto e stenderci in spiaggia.

-Spiaggia della Zaiana, Gargano-

Verso l’ora di pranzo ci spostiamo a Vico del Gargano, nostra ultima tappa di questo viaggetto.
Essendo il 1 maggio immaginiamo di trovarci orde di gitanti, il paese invece è quasi deserto.

Vico del Gargano

-Vico del Gargano-

Passeggiamo per il centro e ci fermiamo per una ‘paposcia’ da Willy “il Mago della Paposcia”. La paposcia è un pane-focaccia che si può riempire – io faccio un’ottima scelta riempiendolo di caciocavallo locale piastrato. Il posto è estremamente spartano, ma assolutamente corrispondente a quello che cercavamo.

Salutiamo il Gargano, questa zona della Puglia che conoscevamo pochissimo. Ci rivedremo presto, magari per un prossimo weekend!