Visitare Ohrid, Macedonia del Nord


Balcani, Macedonia del Nord, Viaggi in Europa / sabato, Maggio 23rd, 2020

Durante il nostro viaggio tra Macedonia del Nord e Grecia ci siamo fermati per 2 giorni (3 notti) a visitare la città di Ohrid, sull’omonimo lago.

Mi ero innamorata di questa città poco conosciuta prima ancora di metterci piede vedendo su Instagram una foto della chiesa di San Giovanni Caneo, affacciata sul lago. Non è stupenda?

Chiesa di San Giovanni, Ohrid @posh_backpackers
Chiesa di San Giovanni, Ohrid @posh_backpackers

L’itinerario completo del viaggio lo trovate qui-> Macedonia del Nord e Grecia

In questo articolo vi racconto brevemente come organizzare il viaggio.

Dove si trova Ohrid e come raggiungerla

Ohrid si trova a sud della Macedonia del Nord, poco distante dal confine con l’Albania (che si trova dall’altro lato del lago di Ohrid) e dal confine con la Grecia.

Ha un piccolo aeroporto poco distante dal centro. Attualmente l’unico volo diretto che mi risulta dall’Italia è operato dalla Wizzair da Malpensa.

L’alternativa per raggiungere Ohrid è quella di prendere un aereo per Skopje e poi utilizzare i frequenti autobus che partono dalla stazione centrale. Il tempo di percorrenza del bus e di circa 2 ore e mezza. Tenete presente che la stazione dei bus di Ohrid si trova fuori dal centro: noi abbiamo utilizzato un taxi per raggiungere il centro storico ed il nostro alloggio.

Perché visitare Ohrid?

Innanzitutto Ohrid è una meta davvero poco conosciuta. Il turismo è soprattutto di tipo locale e comprende albanesi e macedoni.

Il lago di Ohrid è balneabile. Non avevo mai fatto il bagno in un lago così limpido; i ciottoli mi hanno molto ricordato le spiagge del sud della Calabria.

Lago di Ohrid @posh_backpackers
Lago di Ohrid @posh_backpackers

E’ molto bello anche partecipare ad una gita in barca sul lago. Noi abbiamo preso parte ad una che ci ha portato alla bay of bones ed al monastero di St. Naum.

Lago di Ohrid @posh_backpackers
In barca sul lago di Ohrid @posh_backpackers

E poi ci sono le chiese di Ohrid, oltre a quella di San Giovanni (Sveti Jovan Kaneo) anche quella di Santa Sofia e di Santa Maria Peribleptos.

Il centro storico di Ohrid è un insieme di vicoli e stradine in salita che conducono dal lungomare alla parte alta della città.

Tra luglio ed agosto inoltre si svolge l’Ohrid summer festival che raccoglie una serie di concerti ed eventi. Potete acquistare i biglietti online dal sito del festival: noi abbiamo assistito ad un concerto di un famoso compositore macedone Duke Bojadziev.

Dove alloggiare a Ohrid

Una delle esperienze più belle a Ohrid è stata alloggiare a Meli Apartment, prenotato su booking.com. L’alloggio si trova nel centro storico, in cima ad una ripida scalinata.

Meli Apartment - photo from booking.com
Meli Apartment – photo from booking.com

L’alloggio non è modernissimo, ma è ben tenuto e ha una posizione panoramica e ben ventilata, con un balcone esterno dove poter fare colazione. La ciliegina sulla torta è la proprietaria di casa, la signora Melina, una persona davvero splendida e disponibile. Quando siamo andati via l’ho abbracciata, come se la conoscessi da anni.

Dove e cosa mangiare a Ohrid

A Ohrid si mangia bene e si paga poco 🙂 un po come in tutta la Macedonia del Nord.

Tra i piatti macedoni da provare assolutamente la carne grigliata (un must in tutti i balcani a dire il vero), la Shopska Salad ed il burek (una torta salata con diversi ripieni). Sul lago di Ohrid poi c’è da aggiungere agli assaggi la trota di Ohrid, un pesce estremamente pregiato. Ad un prezzo minore potete assaggiare la trota di Mavrovo: generalmente non è un pesce che amo, ma qui lo cucinano in maniera davvero squisita.

Per una guida completa dei piatti Macedoni vi rimando al blog Viaggi che Mangi di Selene che ha raccolto in un articolo tante utilissime informazioni sui piatti da non perdere!

La prima sera ad Ohrid abbiamo voluto viziarci, andando a mangiare in un ristorante di più alto livello: Gladiator. Se prendete un tavolo all’esterno potete cenare con una vista sull’anfiteatro. Il ristorante ha un’atmosfera tradizionale, il cibo ottimo ed il cameriere che ci ha servito era davvero gentilissimo; parlava molto bene italiano e ci ha raccontato che ogni anno viene in Italia per lavorare nelle vigne.

I prezzi? Beh, in 3 abbiamo speso 11 euro a testa, compresa un’ottima bottiglia di vino macedone, dessert ed una grappa locale (offerta): di gran lunga il conto più alto che abbiamo avuto in Macedonia, pensate. 🙂

Vista sull'anfiteatro dal ristorante Gladiator - @posh_backpackers
Vista sull’anfiteatro dal ristorante Gladiator – @posh_backpackers

La seconda sera invece ci siamo fermati nel centro storico di Ohrid. Abbiamo mangiato da VIVA Ksantika un ristorante estremamente spartano, ma molto buono. Su una parete è appesa la vecchia bandiera della Macedonia, oggetto di lunghe contese con la Grecia perché riporta il simbolo di Filippo il Macedone.

Per i pranzi invece ci siamo fermati per un pasto più frugale nei bar e nei panifici per assaggiare il burek, accompagnato da yogurt.


Potrebbero interessarti anche:

0 0 vote
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
11 Commenti
più vecchi
più nuovi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
5 mesi fa

Bellissima la chiesetta affacciata sul lago! E dopo la visita culturale ci sta sicuramente un bel bagno! 🙂

5 mesi fa

Quello che più mi piace dei tuoi articoli è scoprire dei posti che mai avrei immaginato di voler visitare ahah pazzesco! complimenti 🙂

5 mesi fa

Mi ricordavo di quello scatto della chiesa di San Giovanni Caneo mi aveva affascinata tantissimo, così come trovo ricchi di fascino questi posti.

5 mesi fa

L’acqua di questo lago sembra bellissima e la chiesa davvero particolare. Questi villaggi sono sempre delle belle scoperte!

4 mesi fa

Caspita avete speso davvero poco per cenare! Bellissimo il lago comunque e mi attirano molto le città e paesi macedoni.. molto suggestivo spero di organizzare presto una vacanza qui.

4 mesi fa

Ci sono posti che non ho mai preso in considerazione e la Macedonia è uno di questi! Mi devo ricredere!